1961

 

In quegli occhi blu io mi sono persa.

In quegli occhi blu-Trabant, io mi sono ri-trovata.

In quegli occhi blu come il cielo che entrambi vediamo io ho creduto nella libertà.

In quegli occhi blu e rotondi come dei cerchi ho visto la vita.

In quegli occhi blu mi sono fidata mentre non mi affidavo a quel muro grigio.

Grigio come l’asfalto.

Grigio come la cenere.

Grigio come la fine delle trasmissioni tv.

Grigio come la pioggia che cadeva sia di qua che di là.

E io “di qua” ad aspettare i tuoi occhi blu come il mare che a Berlino non esiste.

Ma tu non sei mai arrivato.

E io quel muro grigio non l’ho voluto più vedere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...